Alberto Prunetti

«108 metri»

Laterza

“108 metri. The new working class hero”, ovvero “un romanzo scritto dai piani bassi del mondo”.
E, in effetti, il nuovo romanzo di Prunetti offre la voce a tutti coloro che lavorano e abitano l’Inghilterra della Brexit.
God save the Queen, anche in questi tempi infausti, avversi agli stranieri e alle passioni tristi.

“Ho giurato. Dio salvi la Regina. E chi entra nel regno pulisca la latrina”, lo sguardo di Prunetti è ironico, scodella le avventure di un cuoco, un attore radiofonico, un hooligan, un ricattatore e un ladro di automobili, tutta gente tra i venti e i trent’anni, robusti figli senza prospettiva della working class britannica che si muovono tra mense, pizzerie gestite da turchi e centri commerciali.
Questa è la loro storia, una storia operaia, un’epopea stracciona che straccia i luoghi comuni.